Venezia: una città a fior d’acqua

Buona domenica a tutti!

Essendo in clima di 72esima mostra del cinema di Venezia, quale occasione migliore che utilizzare questo spazio per raccontarvi ciò che ho potuto ammirare nel corso delle mie fughe veneziane (rigorosamente a piedi!).

Venezia è una città che mi ha sempre ispirato tantissimo, con il suo fascino nostalgico e decadente; una città a fior d’acqua, con finestre che si aprono sui canali, con panni stesi al sole che fanno da tetto ai turisti che passano con il naso all’insù per ammirare le architetture orientaleggianti, con cortiletti invasi dai fiori e dalle piante rampicanti.

Vi racconterò e cercherò di descrivere al meglio ciò che mi ha sorpreso e che mi fa desiderare di tornare al più presto..capito Alice!!?!? Prenota le suore!

Inizio dicendo che la prima volta mi sono persa tra le calle. Sì, google maps non mi è stato d’aiuto e il panico ben presto mi ha assalito, ero finita fuori dai percorsi conosciuti e non c’era anima viva..quando ho visto una vecchietta (veneziana DOC) di ritorno dal mercato è stato come trovare l’acqua nel deserto, ma nonostante le sue indicazioni mi sono persa nuovamente. Ora mi sorge il dubbio che sia io incapace a orientarmi, meglio sorvolare.

DSCN0683

Nel mio peregrinare mi sono imbattuta nel mercato della frutta e del pesce di Rialto, a ridosso del Canal Grande. Tanti colori e gabbiani in modalità cecchino per accaparrasi un pezzo di pesce.

Mercato del pesce di Rialto
Mercato del pesce di Rialto

Un gradito incontro è stato quello con il custode del museo di storia naturale, un micione pelosissimo rosso, pecorella style. Non apprezza le coccole ma una spupazzata sono riuscita a dargliela!

Gattone del Museo di storia naturale
Gattone del Museo di storia naturale

Nella piazzetta di fronte alla chiesa di San Giacomo di Rialto c’era un gran movimento. Due ragazzi, con un attrezzo composto di una doppia corda sottile legata a due bastoncini di legno, creavano enormi bolle di sapone da una bacinella piena di svelto per i piatti.  Chi desiderava poteva lasciare una moneta per permetter loro di pagarsi “travel and wine”, così recitava il loro cartello. Credo sia superfluo specificare che anche io mi sono lanciata nella sfida di scoppiare le bolle, anche se l’età media era ben inferiore alla mia e la mia agilità nemmeno da paragonare  a quella dei ragazzini..per rendere l’idea, un leone di Piazza San Marco possiede abilità motorie da medaglia d’oro in confronto a me 😀

Artisti nella piazza della Chiesa di San Giacomo di Rialto
Artisti nella piazza della Chiesa di San Giacomo di Rialto

Perdendomi Girovagando per la città, ho notato molti murales, come quello ritratto qui sotto. Questo simbolo racchiude alcuni degli aspetti emblematici di Venezia, volatili (volatili everywhere) e maschere di carnevale. Ho trovato anche fiori, ratti (decisamente meno romantici) ma il mio preferito è sicuramente quello che ritrae la maschera di Arlecchino, che ho trovato..non ricordo dove, ma che mi ricorda uno stregone woodoo, mi ipnotizza! Se mai l’artista leggerà quest’articolo,  i miei complimenti!

Dipinto di strada
Dipinto di strada
DSCN0829
Il piccione mascherato

Caffè storico è il Florian, con una magnifica vista sulla Basilica di San Marco. Interni ricercati e d’epoca, stanze decorate a tema, ha ospitato personaggi illustri, come Andy Warhol e Monet. Di grande fascino, ospita al suo esterno un pianoforte a coda e musicisti che accompagnano in sottofondo le pause dei suoi visitatori. Merita sicuramente una visita. Sul sito http://www.caffeflorian.com/it/ potete leggere la sua storia e conoscere i volti che l’hanno frequentato.

Sala delle stagioni @Caffè Florian
Sala delle stagioni @Caffè Florian

Come avrete notato, non ho ripercorso i luoghi più noti di Venezia, sia perché alcuni sono ancora sulla mia lista di cose da visitare sia perché non renderei loro giustizia. Prendete quest’articolo per com’ è: un’insieme di dettagli che rendono ai miei occhi unica questa città.

Cioccorana Michela

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...